Le tue vacanze nel regno delle Dolomiti!

Vacanze nelle
dolomiti

Zoppè di Cadore

Zoppè di Cadore, che giace alle pendici del monte Pelmo, è il comune più piccolo della provincia di Belluno, oltre ad essere il meno popolato e il più elevato, con la sede comunale nella frazione di Bortolot a 1.461 metri s.l.m. Il comune è anche proprietario di una malga con i pascoli annessi, la Grava,  presso Pecol di Zoldo Alto.

Il paese di Zoppè di Cadore, raggiungibile solo attraverso una strada che parte da Forno di Zoldo, fu fondato dagli abitanti di Venas di Cadore che si rifugiarono presso il Colle di Fies, per salvarsi dall'invasione unna del V secolo.

Nonostante Zoppè da un punto di vista territoriale appartenga alla val di Zoldo, ha sempre fatto parte, tradizionalmente e storicamente, del Cadore. Gli scambi commerciali, un tempo, avvenivano  soprattutto con  quest'ultima zona, attraverso il passo Cibiana e il valico Candolada che collegava a Vodo di Cadore.

In questa località potrete visitare la chiesa parrocchiale di Sant'Anna, edificata nel 1530 e rinnovata nel 1732. Nel 1896, a causa di un incendio che distrusse molte abitazioni di Bortolot, fu danneggiata anche la chiesa, ricostruita nella prima metà del XX secolo. Al suo interno è conservata la pala di S. Anna, realizzata da Tiziano Vecellio o dalla sua bottega,  e che in numerose occasioni fu difesa dagli abitanti del paese dalla confisca da parte di eserciti invasori.