Le tue vacanze nel regno delle Dolomiti!

Vacanze nelle
dolomiti

Rocca Pietore

Rocca Pietore è un idilliaco paese di montagna sovrastato dall'imponente Marmolada e il cui territorio è percorso dal torrente Pettorina, immissario del Cordevole e corso d'acqua principale della valle omonima.

Il nome del paese deriva da una torre, ubicata un tempo nella piazza, a lato della chiesa. Dal XV secolo fino all'avvento di Napoleone, questa zona fu controllata dalla Serenissima, che le conferì un'ampia autonomia.
A Rocca Pietore potrete visitare quattro edifici religiosi di notevole valore artistico:

  • la chiesa di S. Maria Maddalena

    La chiesa eretta nel 1442, in stile gotico, si caratterizza per il campanile a guglia ghibellina. Al suo interno potrete ammirare la pala d'altare del 1517, il tabernacolo realizzato nel 1600.

  • La chiesa di Sottoguda

    La chiesa fu eretta nel 1486 per un voto fatto dagli abitanti. Nel 1881 fu danneggiata da un incendio. Nel 1904 fu realizzata una terza campana. Sulla facciata esterna della chiesa, nelle due nicchie, poste ai lati dell'entrata, sono posizionate due antiche statue dei santi Rocco e Fabiano.

  • La chiesa di San Gottardo

    La chiesa ubicata su un colle in posizione panoramica risale al 1863.

  • Il santuario di Santa Maria delle Grazie

    Il santuario, che si trova in località Santa Maria delle Grazie, si colloca tra i paesi di Alleghe e Caprile, ma appartiene al comune di Rocca Pietore. I lavori al santuario dedicato alla Madonna delle Grazie, iniziarono nel 1947 e il luogo di culto fu consacrato il 22 agosto 1965. Nei pressi del santuario troverete l'antica chiesetta di Calloneghe, consacrata nel 1645.

Le vacanze invernali a Rocca Pietore

Se desiderate trascorrere le vostre vacanze invernali a Rocca Pietore, sceglierete una località ubicata ai piedi della Marmolada, montagna delle Dolomiti che supera i 3000 metri s.l.m. e che si trova tra le province di Belluno, Bolzano e Trento.

Durante le vostre vacanze invernali a Rocca Pietore, potrete sciare nel comprensorio Arabba Marmolada, partendo da Malga Ciapela, situata a 1450 metri s.l.m., dalla quale raggiungerete con la funivia della Marmolada, Punta Rocca, a 3265 metri s.l.m. Inoltre troverete un collegamento diretto con il Sellaronda e uno skibus vi accompagnerà al comprensorio del Civetta.

Se praticate lo sci di fondo, vi attende una pista di 15 km che attraversa un bosco innevato. Gli amanti delle passeggiate con le ciaspole potranno avventurarsi lungo il percorso in val Ombretta. A Rocca Pietore, presso i Serrai di Sottoguda, gli appassionati di ice climbing potranno scalare le cascate ghiacciate di questa gola.

Le vacanze estive a Rocca Pietore

Trascorrere le vacanze estive a Rocca Pietore vuol dire esplorare la meravigliosa val Pettorina, tra boschi secolari, prati profumati, ruscelli gorgoglianti e alpeggi verdi. Un paese incantevole, che con i suoi dintorni, offre valide alternative che soddisfano ogni esigenza.

Gli amanti delle ferrate potranno scegliere tra la via ferrata del Sas de Rocia, la via ferrata delle trincee o quella per esperti della Marmolada. Se cercate escursioni impegnative potrete intraprendere:

  • il percorso Lech dei Giai, che vuol dire il lago dei galli, che, anche vi condurrà verso un bacino lacustre tra le Cime d'Auta;
  • l'itinerario verso i monoliti di Ronch, una città di roccia sull'altipiano di Laste;
  • il sentiero che vi porterà verso i paesi abbandonati di Albe e Vallier, di fronte al Sasso Bianco.

I Serrai di Sottoguda, sanciti riserva naturale, sono una gola di rara bellezza, che potrete percorrere per circa due km, tra pareti a picco e cascate scroscianti. Il tragitto è ideale per famiglie: i bambini possono fare un giro sul Serrai Express, trenino che attraversa la gola, o camminare scoprendo le diverse leggende illustrate.

Qui di seguito alcuni suggerimenti ed informazioni:
  • I Serrai di Sottoguda

    I Serrai di Sottoguda, che si trovano in una frazione del comune di Rocca Pietore, sono una delle meraviglie delle Dolomiti Bellunesi: una gola di una rarità e una bellezza uniche al mondo, che si estende per due km, tra pareti a picco alte centinaia di metri.

    I Serrai di Sottoguda sono stati dichiarati riserva naturale e oltre ad essere visitabili durante la stagione calda, sono raggiungibili anche nei mesi invernali: potrete percorrere questa gola con gli sci, immersi in un paesaggio naturale incantevole, costituito dalle numerose cascate ghiacciate, poste ai lati del passaggio, che diventano per gli scalatori di tutto il mondo, un'attrazione irresistibile.

    I Serrai, che sono stati creati prima dall'erosione dei ghiacciai e poi da quella del torrente Pettorina, sono raggiungibili sia partendo da valle e salendo verso Malga Ciapela, sia scendendo verso Sottoguda: in entrambi i sensi potrete rimanere estasiati da questo spettacolo naturale e lungo il percorso incontrerete la cascata di Franzei, la chiesetta di Sant'Antonio e la statua della Madonna dei Serrai collocata in una grotta naturale.

    I Serrai di Sottoguda hanno ispirato la creazione di numerose leggende, tra le quali, la più nota racconta la storia di re Ombro, che abitava nella gola protetto da portoni d'oro, collocati all'imbocco del canalone.

  • Malga Ciapela nel comprensorio sciistico Arabba-Marmolada

    Malga Ciapela è una stazione molto importante del comprensorio sciistico Arabba-Marmolada. Questa frazione di Rocca Pietore, situata a 1450 metri s.l.m., è una piccola conca attorniata da alte vette. Un tempo, per i contadini del luogo, era un buon alpeggio, anche se la strada per raggiungerlo era impervia.

    Da Malga Ciapela parte la famosa funivia della Marmolada, che collega la stazione di partenza, a 1.450 metri s.l.m., a Punta Rocca, che si trova a 3.265 metri s.l.m. Lungo il tragitto avrete la possibilità di scendere a Serauta, dove è stato realizzato il museo della Grande Guerra in Marmolada. Arrivati in cima potrete soffermarvi sulla nuova terrazza panoramica, che oltre ad offrire una splendida visuale sulle Dolomiti, permette di ammirare il lido di Venezia. E dopo un pieno di forti emozioni, vi attende "la Bellunese", una pista lunga 12 km e con 1810 m di dislivello, sulla quale, dal 1935 si tiene il "Gigantissimo della Marmolada", la prima gara di slalom dello sci.

    Malga Ciapela è collegata ad Arabba, località dalla quale potrete accedere al Sellaronda e al Dolomiti Superski. Inoltre a Malga Ciapela vi attendono numerosi km di piste per lo sci di fondo, una struttura per i più piccoli, nota come "La Casetta incantata di Biancaneve" e una scuola di sci.