Le tue vacanze nel regno delle Dolomiti!

Vacanze nelle
dolomiti

Perarolo di Cadore

Perarolo di Cadore è un caratteristico paese alpino, collocato a 532 metri s.l.m., dove il torrente Boite confluisce nel Piave. Grazie alla sua posizione, questa località fu fondata tra il XIV e il XV secolo, come porto dal quale partivano le zattere per il trasporto del legno diretto alla Repubblica di Venezia.

Tiziano Vecellio, l’illustre pittore di Pieve di Cadore, era un commerciante di legname famoso nella Venezia del XVI secolo e possedeva due falegnamerie a Perarolo di Cadore, fulcro della sua attività.

Nel 1913 quando venne realizzata la ferrovia nella valle, andò in frantumi l’economia che da secoli aveva arricchito questa zona, usufruendo della via fluviale.

A Perarolo di Cadore potrete visitare diverse attrazioni d’interesse storico e artistico:

  • la chiesa parrocchiale

    La chiesa fu edificata nel 1515 e dedicata a San Nicolò, patrono degli zattieri (coloro che conducono una zattera), la cui attività era il fulcro dell’economia del paese;

  • la chiesa di San Rocco

    In questa chiesa potrete ammirare la pala d’altare “Madonna con Bambino tra i Santi Rocco e Sebastiano”, realizzata nella prima metà del XVI secolo da Francesco Vecellio, fratello maggiore di Tiziano;

  • Il museo del cìdolo e del legname

    Il museo del cìdolo e del legname è stato inaugurato nel 2005, per documentare l’economia passata del paese. Il  cìdolo è una struttura, tipica del Cadore, utilizzata per bloccare i tronchi trasportati dalle acque, ma senza impedire il fluire di queste ultime.