Le tue vacanze nel regno delle Dolomiti!

Vacanze nelle
dolomiti

Lamon

Lamon è un comune noto soprattutto per la coltivazione del fagiolo, prodotto con metodi ecologici e sulla cui qualità vigila il Consorzio per la tutela del fagiolo di Lamon. Il paese si adagia sulla terrazza soleggiata compresa tra i torrenti Senaiga e Cismon, sormontato dal maestoso monte Coppolo.

Lamon è costituito da una ventina di frazioni, alcune situate anche in punti scoscesi e difficilmente raggiungibili. Nei pressi di una di queste località, a San Donato, è stato scoperto lo scheletro dell’ursus spelaeus, attualmente esposto nel municipio.

Lamon, lembo del Feltrino occidentale, fu conquistato dai romani verso il I secolo d.C. L’impero romano  costruì numerose fortificazioni lungo la via Claudia Augusta, una delle quali fu eretta sul colle San Pietro, dove poi venne realizzata l’omonima chiesa, che dal XII secolo divenne la pieve rurale di Lamon.

Dal 1330 la pieve di Lamon si diede una serie di norme scritte, raccolte nella “Regola”, relative all’uso dei pascoli, all’allevamento del bestiame, allo sfruttamento del territorio. La chiesa di San Pietro è stata edificata nell’alto medioevo ed è costituita da tre navate e un coro poligonale. Gli affreschi e i dipinti sono databili tra il XVI secolo e il XVII secolo. Sull’altare laterale destro è presente un’opera di Francesco Frigimelica detto il Vecchio (1570 ca. – Belluno, dopo il 1649) che rappresenta la Madonna con Bambino e San Giovannino. Recentemente è stato restaurato l’organo del Callido, risalente al 1600.

A Lamon potrete visitare un’altra chiesa notevole da un punto di vista artistico, la chiesa di San Daniele, sovrastata dal colle di San Pietro, probabilmente fu edificata nei primi decenni del XVII secolo, sui resti di una cappella del 1529. L’interno della chiesa è costituito da un’unica navata. Il campanile è stato realizzato secondo lo stile nordico. Attualmente la chiesa è utilizzata come sede per mostre e concerti.